• Slideshow - Castello Borrelli - vista dal mare
  • Slideshow - persone in piazza centrale
  • Molo Marinai d'Italia
  • Molo Rosa dei venti

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

ultima modifica: Antonella Rossi  21/05/2019

BORGHETTO HA RICORDATO ADRIANA COLLA, LA PARTIGIANA “VITTORIA”

notizia pubblicata in data : sabato 18 maggio 2019

Adriana Colla, partigiana, anpi



Si è tenuta anticipatamente nella mattinata di Venerdì 17 maggio, per consentire la presenza degli alunni della scuola media, la cerimonia in ricordo di Adriana COLLA, da tutti conosciuta con il nome di Vittoria - “la partigiana Vittoria”, deceduta il 18 Maggio 2017.

Era nata a Susa nel 1922, e in Val di Susa aveva partecipato alla Resistenza, in una Brigata Garibaldina.
Fu protagonista di azioni importanti e pericolose che la esposero al rischio. Venne infatti arrestata e condannata alla fucilazione, ma per sua fortuna fu salvata in uno scambio di prigionieri. Nonostante ciò non si ferma e, ritornata alla formazione partigiana, si offre volontaria per un altre azioni sino alla data di liberazione sino a sfilare, il 1° maggio 1945, insieme a tutti i partigiani che parteciparono alla liberazione della Città di Torino.
Era giustamente orgogliosa delle sue scelte, sopratutto dell'adesione alla Resistenza ed alla lotta partigiana. Il mettere continuamente in gioco la vita veniva dall’aver compreso che solo così si poteva cancellare la barbarie delle guerre di aggressione, delle leggi razziali, della complicità con il nazismo.
Adriana non ha mai nascosto di aver fatto parte delle Giovani Fasciste: nata l’anno in cui si afferma il fascismo non ebbe altra educazione fino ai 21 anni. E’ la storia di tanti giovani che nel Settembre del 1943 dovettero scegliere da che parte stare e lei scelse quella più difficile, la più dura, la più impegnativa, quella della lotta Partigiana.
Anche negli ultimi anni della sua vita non ha mai smesso di lottare e il suo impegno politico e sociale è continuato fino ai giorni nostri.
Nel 2016 volle donare alla città il monumento alla resistenza ed alla costituzione collocato in piazza Libertà.

Il saluto dell'Amministrazione Comunale è stato effettuato direttamente dal Sindaco di Borghetto Santo Spirito Giancarlo CANEPA, mentre quello della sezione ANPI di Borghetto S.Spirito è stato effettuato dalla presidente d.ssa Enrica Maria Tonola.
L’orazione è stata tenuta dal Presidente del Comitato provinciale ANPI.
In chiusura della cerimonia gli alunni, delle classi 1 e 2^, della Scuola secondaria di primo grado di Borghetto Santo Spirito hanno cantato prima l’inno partigiano “Fischia il vento”, scritto dall’imperiese Felice Cascione, e poi l’inno nazionale.

Michele Manera - U.O. staff del Sindaco e del Segretario comunale

Leggibilità
Lettura Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica